Il nuovo business dei preventivi a pagamento

Il . Inserito in Fatti Quotidiani. Visite: 289

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Eh si, proprio così, da qualche anno è nato un nuovo modo di far soldi senza praticamente muovere un dito. A me è successo due volte di imbattermi in questa fastidiosa, diciamo così, usanza. In pratica come funziona?
Rispondo raccontando la mia recentissima esperienza.
Qualche settimana fa porto il mio Drone in un centro assistenza di Paderno Dugnano perché presenta un problema di vibrazione della camera durante le riprese che, di fatto, invalida ogni video prodotto.
Parlando con il personale, mi dicono che lo manderanno in assistenza ma nessuno, e ripeto nessuno, mi parla di soldi da anticipare.
Nei giorni successivi mi documento in rete per capire un po’ quanto può costare il ricambio, ne trovo un po’ di tutti i gusti e vanno dai 90 euro per un ricondizionato ai 180 per un nuovo.
Decido di aspettare la risposta dell’assistenza prima di prendere qualsiasi decisione.
Dopo una decina di giorni ecco che mi arriva finalmente la mail col preventivo.
Apro il PDF e, spalanco gli occhi. 350 euro per la sostituzione del gruppo camera del drone che risulta danneggiato. La garanzia non risponde perché, a detta loro, risultano dei graffi sulla camera che evidenziano dei crash del drone durante l’utilizzo. Tutto falso, mi sono schiantato un paio di volte col vecchio phantom 3 ma col Mavic mai. Sostanzialmente sempre la stessa storia, usano cavilli per invalidare la garanzia e far pagare il consumatore ogni cosa.
Ma la cosa ancor più scandalosa, da qui la scrittura di questo post, è questa frase presente nella mail che accompagnava il preventivo e che riporto così come mi è arrivata:

Buongiorno, con riferimento al Mavic Pro Platinum che ci ha dato in assistenza, in allegato Le invio il preventivo per la riparazione.

Se in fase di lavorazione si rendessero necessari altri interventi, ne sarà prontamente informato.

La avviso che in caso di non accettazione del preventivo verranno addebitati € 30,00 per spese di diagnosi oltre alle spese di spedizione ed assicurazione per la restituzione.

Dimenticato, il preventivo riguardava la sostituzione del pezzo con un ricondizionato, quello cioè che costa 90 euro.

Ci vogliamo aggiungere 2 ore di manodopera a 50 euro/ora?

Viene 190 e per arrivare a 350. C’è un po’ di differenza.

In pratica cosa fanno questi simpatici commercianti, sparano cifre assurde che, di fronte alle mie domande non sanno nemmeno giustificare, io modo che ogni consumatore sano di mente rifiuterà ma dovrà comunque dar loro 30 euro per le spese di diagnosi.

Magari nemmeno ce lo mandano in assistenza, se lo tengono in negozio per una decina di giorni et voilà, 30 euro senza muovere un dito.

Nella malaugurata ipotesi che qualcuno accetti il preventivo, ci guadagnerebbero praticamente il 100% della spesa sostenuta.

Uno dei nuovi business per far soldi senza lavorare.

Che dire, sono geniali.

Autore
Davide Galloni
Author: Davide GalloniEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
"La vita è l'insegnante più severa, prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione"

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna