×

Errore

Strange, but missing GJFields library for /web/htdocs/www.davidegalloni.com/home/plugins/content/autoreadmore/autoreadmore.php
The library should be installed together with the extension... Anyway, reinstall it: GJFields

Digital e-commerce

Scritto da Davide Galloni. Inserito in Non categorizzato

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

planner familiare annuale E3

Tieni tutte le spese documentate con questo utilizzimo planner annuale. In modo semplice e veloce potrai constatare anche grazie al grafico che si aggiorna automaticamente, dove vanno a finire i tuoi soldi in modo da migliorare il tuo modo di fare acquisti gestendo così anche i tuoi risparmi.

Il file è in formato Excel 2013

{quicksell file="PlannerAnnuale.zip" price="3.00" title="Planner Familiare Annuale" currency="" customPayPal="" emailDelivery="" requireRegistration="" discount_rate="" return_url="" notification_email="" rm="" cbt="" sub="" addToCart="" partner_id="" license_id="" freeForGroup="" assignUserToGroup="" subscriptionEnable="" subscriptionRate="" subscriptionBillingCycle="1" subscriptionBillingCycleUnit="M" subscriptionRecurringPayments="" subscriptionRecurringTimes="" cbpl=""}css_buttons/bootstrapprimary{/quicksell}
Add a comment

Photo Gallery

Scritto da Davide Galloni. Inserito in Non categorizzato

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Disegni naturali
Disegni naturali
Disegni naturali
Disegni naturali
La perla del lago
La perla del lago
La perla del lago
La perla del lago
La perla del lago
Lago di Como, Varenna
Lago di Como, Varenna
Lago di Como, Varenna
Lago di Como, Varenna
B..lake and white
B..lake and white
Il suggestivo pozzo di San Patrizio a Orvieto
Il bellissimo tramonto sul lago a Varenna.
Tempesta in arrivo??
Il campanile di Varenna
La torre di Consonno, il paese fantasma alle porte di Lecco.
Sui campi di Milano Marittima...
Castello Visconteo a Pavia
Lo storico albergo Olivedo a Varenna
Lo Storico albergo Olivedo di Varenna
Varenna by night
Porto di Varenna
Giochi di nuvole
La ruota panoramica di Lecco.
Il padiglione Uruguay.
Tramonto sul lago di Lecco
Sentiero per la discesa a valle da Savogno
Le cascate di Acquafraggia
Scorcio di Savogno, il paese fantasma.
Il Lavatoio a Savogno
Il cimitero di Savogno
Savogno
La chiesa di Savogno
Veduta di Piuro da Savogno
Il Rifugio a Savogno
Veduta di Piuro salendo a Savogno
IMG_20170206_223113
Consonno
IMG_20170206_223353
IMG_20170206_223426
IMG_20161229_115327
IMG_20161229_115322
IMG_20161229_105502
Uno dei più bei monumenti d'Italia e forse anche del mondo. Il Duomo di Milano.
Tramonto di campagna.
Porto di Varenna.
Il porto di Varenna all'imbrunire
20160722_222932bn
20160604_160605bn
20160604_155953bn
20160722_224318bn
20160604_155627bn
Lungo la camminata che da Perledo porta a Varenna si scopre questo scorcio tra la vegetazione. Direi mozzafiato.
Le prime luci del tramonto dal terrazzo mi casa a Perledo.
Tramonto a Solaro city
La basilica di Superga dietro il cui terrapieno, il 4 Maggio 1949 si schiantò l'aereo con a bordo il Grande Torino.
  • Disegni naturali
  • Disegni naturali
  • Disegni naturali
  • Disegni naturali
  • La perla del lago
  • La perla del lago
  • La perla del lago
  • La perla del lago
  • La perla del lago
  • Lago di Como, Varenna
  • Lago di Como, Varenna
  • Lago di Como, Varenna
  • Lago di Como, Varenna
  • B..lake and white
  • B..lake and white
  • Il suggestivo pozzo di San Patrizio a Orvieto
  • Il bellissimo tramonto sul lago a Varenna.
  • Tempesta in arrivo??
  • Il campanile di Varenna
  • La torre di Consonno, il paese fantasma alle porte di Lecco.
  • Sui campi di Milano Marittima...
  • Castello Visconteo a Pavia
  • Lo storico albergo Olivedo a Varenna
  • Lo Storico albergo Olivedo di Varenna
  • Varenna by night
  • Porto di Varenna
  • Giochi di nuvole
  • La ruota panoramica di Lecco.
  • Il padiglione Uruguay.
  • Tramonto sul lago di Lecco
  • Sentiero per la discesa a valle da Savogno
  • Le cascate di Acquafraggia
  • Scorcio di Savogno, il paese fantasma.
  • Il Lavatoio a Savogno
  • Il cimitero di Savogno
  • Savogno
  • La chiesa di Savogno
  • Veduta di Piuro da Savogno
  • Il Rifugio a Savogno
  • Veduta di Piuro salendo a Savogno
  • IMG_20170206_223113
  • Consonno
  • IMG_20170206_223353
  • IMG_20170206_223426
  • IMG_20161229_115327
  • IMG_20161229_115322
  • IMG_20161229_105502
  • Uno dei più bei monumenti d'Italia e forse anche del mondo. Il Duomo di Milano.
  • Tramonto di campagna.
  • Porto di Varenna.
  • Il porto di Varenna all'imbrunire
  • 20160722_222932bn
  • 20160604_160605bn
  • 20160604_155953bn
  • 20160722_224318bn
  • 20160604_155627bn
  • Lungo la camminata che da Perledo porta a Varenna si scopre questo scorcio tra la vegetazione.  Direi mozzafiato.
  • Le prime luci del tramonto dal terrazzo mi casa a Perledo.
  • Tramonto a Solaro city
  • La basilica di Superga dietro il cui terrapieno, il 4 Maggio 1949 si schiantò l'aereo con a bordo il Grande Torino.
  • Add a comment

    Chi sono

    Scritto da Davide Galloni. Inserito in Non categorizzato

    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
    Davide Galloni

    Logo Completo Tre Livelli Ombra.png

    Davide Galloni, nato un bel po' di tempo fa, nel lontano 1970. 

    Da sempre con la passione dei Computer e della tecnologia in generale, fin da piccolo, quando sono arrivate le prime consolle di videogiochi, il mio tempo non lo spendevo a giocare come tutti i bambini della mia età ma, manuale alla mano, scrivevo i miei primi programmi in Basic.

    Nel 1987 sono entrato nel mondo del lavoro, inizialmente come operatore/programmatore in una multinazionale del vetro.

    Nel 1994 apro la mia prima (e ultima) partita IVA e divento così un lavoratore autonomo restando tale fino ai giorni nostri.

    Da qualche anno mi sono appassionato di Droni, nel 2017 ho conseguito l'attestato di Pilota certificato ENAC per missioni non critiche e ho acquistato il mio primo Drone che utilizzo, per ora, per puro hobby. Hobby che mi piacerebbe trasformare in qualcosa di più, inizialmente completando il mio percorso formativo in ambito droni con il corso per missioni critiche già in programma per Febbraio 2018 e poi, se il tempo me lo permetterà, mi piacerebbe diventare istruttore di volo.

     

     

    Contatti:

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

     

    Add a comment

    Telepass, passaggio in corsia senza dispositivo al seguito

    Scritto da Davide Galloni. Inserito in Non categorizzato

    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    20160502_100729

    Telepass, passaggio in corsia senza dispositivo al seguito.

    Mi è capitato qualche settimana, di fare una mini vacanza in moto con il mio amico Roby, compagno di avventure su due ruote e, questa volta, abbiamo scelto la riviera Romagnola, più precisamente Miramare di Rimini.

    Da quest’anno poi ho una moto un po’ più comoda per viaggiare rispetto alla mia “vecchia” CBR1000RR, gran moto per carità, ma per viaggiare con bagaglio era più scomoda di un cancello.

    Con la VFR1200F invece, il viaggio si è dimostrato decisamente molto più comodo. Già il fatto che ci si può montare un bauletto e/o delle borse laterali, fa capire quanto sia più comoda dell’altra, seppur a discapito dell’estetica ma si sa, nella vita non si può avere tutto.

    Sul lato pratico del viaggio, una delle cose sicuramente più scomode per chi va in moto è il passaggio dai caselli per il pagamento del pedaggio. Ti devi fermare, togliere i guanti, prendere biglietto, prendere il portafoglio, cercare il bancomat, infilare biglietto, poi la tessera, rimettere via la tessera, rimetterti i guanti e (forse) riesci a ripartire.

    Essendo abituato da anni ormai col Telepass, questo gesto adesso mi risulta davvero scomodo.

    Parlando con un amico, qualche giorno prima della partenza, sono venuto a sapere che è possibile passare dalle corsie Telepass anche senza aver con sé il dispositivo senza incorrere in multe o sanzioni di alcun genere.

    La prima domanda che viene in mente è: “Ma la sbatta come si alza se non ho l’apparecchio con me?

    Vediamo di spiegare come funziona il tutto.

    Intanto, estratto conto del pedaggio alla mano, posso dare per certo che il tutto funziona perfettamente ed il pedaggio viene addebitato correttamente in base alla tratta utilizzata da casello a casello.

    Occorre però fare le dovute specificazioni per non andare incontro a sanzioni anche piuttosto alte.

    Ho fatto bene caso alla corsia Telepass e ho notato che effettivamente, a terra, sulla parte destra della corsia in ingresso, c’è disegnata una moto gialla. Osservando poi la sbarra, si vede chiaramente che non occupa tutta la corsia ma lascia libero, sempre sulla destra, uno spazio sufficiente al passaggio proprio della moto.

    Prima di poter utilizzare il passaggio Telepass senza dispotivo, occorre registrare la targa della moto sul sito Telepass, nell’apposita sezione. Per chi non lo sapesse, ricordo che si possono registrare al massimo due targhe associate allo stesso dispositivo.

    Una volta fatta questa registrazione, non serve altro, si può iniziare il viaggio in tranquillità.

    Ma cosa accade realmente quando si passa in una corsia Telepass senza l’apparecchio?

    Una delle cose che inquieta di più quando si passa in corsia Telepass senza dispositivo, è l’accensione del grande semaforo Rosso. Devo ammettere che, al momento, incute un po’ di timore ma è solo la prima volta, poi ci si fa l’abitudine e comunque sia, si può passare tranquillamente.

    Il sistema informatico di Telepass scatterà una foto alla targa della moto. La stessa targa verrà registrata e verrà poi verificata l’associazione ad un apparecchio Telepass.

    Una volta appurato che la targa è realmente associata ad un dispositivo elettronico Telepass, verrà registrata la stazione di ingresso e quella di uscita e, di conseguenza, verrà addebitato l’importo del pedaggio come in un normale passaggio con presenza di dispositivo.

    Occorre però fare attenzione ad un particolare: mentre nel caso di utilizzo del dispositivo, è possibile passare in scia ad un altro veicolo senza creare problemi, è sconsigliato farlo quando il dispositivo non lo si ha con sè. In quest’ultimo caso, meglio attendere che la sbarra scenda e passare alla destra di essa, utilizzando l’apposito spazio, come descritto sopra.

    Semplice no?

    Add a comment

    Link Sponsorizzati.